Fulgor e Roboris di Calé Fragranze d’Autore

Altri protagonisti e nuovi mondi racchiusi in profumo, dedicati a chi “vuole ascoltare” le note di una fragranza

“Tutto cominciò la sera del 15 agosto del 2004, nel pieno dell’arsura della Death Valley…”

Inizia così la storia che accomuna i due nuovi profumi di Calé Fragranze d’Autore, nati dal ricordo di un’esperienza unica e straordinaria vissuta dal “regista” Silvio Levi e raccontata ai Maestri Profumieri Maurizio Cerizza e Mark Buxton. I protagonisti? Acqua e deserto, vento e calore… “quella sera il cielo cominciò a incupirsi, era percepibile nell’aria una presenza incombente di umidità e di carica elettrica. Iniziò a lampeggiare e tuonare, bagliori e boati giganteschi e possenti, una forza inaudita sconvolse una pace apparentemente immutabile e in pochi attimi il deserto si allagò”.

Fulgor di Maurizio Cerizza segna l’animo in un modo immediato, selvaggio, istintivo e senza filtri. E’ elettricità di fulmine, energia ingabbiata in procinto di scatenarsi con prorompente vigore.

Roboris di Mark Buxton esprime un’indole più riflessiva, è armonico e accogliente. Le sue note sono gocce di pioggia sulle alture riarse dal sole, annuncio di prosperità e nuova vita.


Les Concentrés

Les Concentrés è la nuova linea di Calé Fragranze d’Autore che comprende sei fragranze dalla concentrazione particolarmente elevata.
Fanno parte della collezione le nuovissime Fulgor e Roboris e le storie di Allegro con Brio, Brezza di Seta, Assolo e Ozio, già disponibili nella versione Eau de Toilette.

Video interviste di Extrait agli autori:
Mark Buxton
Maurizio Cerizza
Silvio Levi